Game of Series

GAME OF SERIES: Game of Thrones/Il Trono di Spade

di Gerarda Polito

Ciao a tutti, cari i miei lettori! Eccoci qua con la prima puntata di “Game of Series”, la scoppiettante rubrica di recensioni, consigli e succulenti curiosità sul mondo delle serie tv e del cinema.

Direi che è quasi doveroso per me cominciare questo nuovo format con il colosso che ha ispirato il nome stesso della rubrica: sto parlando, ovviamente, di Game of Thrones (conosciuto anche con il nome “Il Trono di Spade“), serie tv americana di genere fantasy divisa in 8 stagioni (di cui 7 già proiettate), creata da David Benioff e D. B. Weiss e nata come adattamento sul piccolo schermo dei romanzi di George R. R. Martin “Cronache del ghiaccio e del fuoco” (“A Song of Ice and Fire”), che viene messa in onda dalla HBO.

game_of_thrones_faces_by_beaware8-d7nclut (1)

Per gli ormai pochi che ancora non hanno intrapreso la strada di non ritorno del mondo di GOT e che non hanno perso la voglia di guardarlo nonostante gli spoiler che hanno invaso il mondo dei social, ecco (molto sinteticamente) ciò che vi aspetta: ambientato in un dettagliatissimo mondo immaginario, costituito principalmente da Westeros (il continente Occidentale) ed Essos (il continente Orientale), il fulcro della serie tv è la conquista dell’ambito Trono di Spade dei Sette Regni, la cui lotta coinvolge gli esponenti delle casate di spicco del continente in un contorto gioco di potere. Alleanze e tradimenti, intrighi politici e anche religiosi rappresentano la cornice perfetta per questa guerra, alla quale si aggiunge un secondo conflitto contro forze oscure e magiche che il gelido inverno sta portando con se.

E’ innegabile che il fenomeno GOT sia esploso ovunque, intrappolando gli occhi di migliaia e migliaia di spettatori  davanti allo schermo, grazie alla trama piena zeppa di colpi di scena inaspettatissimi e al sempre migliore utilizzo della grafica e degli effetti speciali. C’è da dire, però, che purtroppo con la messa in onda della settima stagione l’effetto sorpresa si è andato un po’ perdendo a causa dell’assenza della penna del sadico genio George R. R. Martin. Mi spiego meglio: avete presente quel legame emotivo che si crea irrimediabilmente tra personaggio e spettatore? Ecco, potete abbandonare l’idea di affezionarvi ai personaggi di questa serie, a meno che non vogliate rischiare l’infarto e la depressione episodio dopo episodio. Lo scrittore non lascia scampo a sentimentalismi, non lascia scampo ai “feelings” dei fan, ma, dopo lo schock iniziale, imparerete ad amare il suo stile, a capire come alcuni sacrifici siano necessari per l’ottima riuscita finale.

I due produttori, invece, nel momento in cui hanno avuto carta bianca sull’andamento dello show, hanno preso troppo a cuore la volontà degli spettatori, evitando morti dolorose per il seguito della serie e indirizzando il tutto verso uno stile più “romantico” o, comunque, meno cruento. Con questo non boccio definitivamente la settima stagione, nella quale ci sono state scene degne di nota, ma spero che con l’ottava e ultima stagione si possa ritornare allo stile iniziale che ha reso tanto celebre la serie tv.

Consiglio vivamente la serie, oltre che per la trama avvincente, le morti sanguinose, ma spettacolari e la meravigliosa colonna sonora  (che merita di essere ascoltata e accompagnata ad ogni singola puntata) e la sigla studiata per mostrare i luoghi nei quali si svolgono le vicende, per la grande quantità di donne di grande forza e coraggio, astuzia e determinazione e per i meravigliosi “cattivi” che popolano la serie, i quali, per certi versi, affascinano anche più dei personaggi positivi nel gioco del trono.

Infine, per la teenager che c’è in ognuno di noi, vanno citate anche le storie d’amore (reali e non, gay ed etero) sulle quali si può fantasticare, ma ricordatevi la regola base: mai affezionarsi troppo.

Voto complessivo per la serie: 8,7/10

Vi aspetto giovedì prossimo con una nuova serie da consigliarvi!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...