Cucina, La cucina del fuorisede disperato

LA CUCINA DEL FUORISEDE DISPERATO: Pasta col tonno

di Giuseppe Imbriani

È la pasta per eccellenza preferita dal fuori-sede medio. Facile, veloce ed economica. Facile e veloce perché bisogna levare il tonno dal barattolo, magari scolarlo dai quei liquidi che ne escono, e unirlo alla pasta una volta cotta.  Economico perché un barattolo di tonno per una/due persona/e costa veramente poco. Ecco appunto, è qui che voglio focalizzare l’attenzione di chi legge. Quel tonno potete comunque comprarlo e mangiarlo, perché come detto prima è facile, veloce ed economico, ma c’è un’altra soluzione: tonno surgelato. Ormai tutti i supermercati hanno il reparto “surgelati”, quindi è molto semplice trovare dei tranci di tonno altrettanto economici, ma con la differenza di guadagnarne in qualità. Per fortuna c’è molta più informazione rispetto alle passate generazioni, le etichette sono sempre più dettagliate, quindi serve solo un minimo di impegno da parte nostra che compriamo a capire le differenze tra un tonno in barattolo e un tonno surgelato.

Il prodotto surgelato, in generale qualunque esso sia, viene abbattuto in temperature bassissime da fresco, con pochissime lavorazioni. Così facendo l’alimento rimane integro e se scongelato nella giusta maniera soprattutto salutare. Il tonno va scongelato la mattina, se volete mangiarlo a cena, la sera prima se lo preferite a pranzo.

Ritornando alla ricetta ignorante, ecco a voi gli ingredienti e il procedimento della mia pasta col tonno. Ah ovviamente mentre preparate il tutto, è obbligatorio ascoltare @BellaFigo a palla.


 

RICETTA

Ingredienti x 2 persone:

Pasta (penne),

1 trancio di tonno,

olio EVO,

origano, sale e pepe.

Procedimento:

Tagliate il tonno a pezzetti e in una padella calda fatelo cuocere con un filo di olio extra vergine d’oliva per pochissimo tempo. Improfumatelo con origano, sale e pepe e lasciatelo in padella a fuoco spento. Quando la pasta è cotta al dente, unite il tutto e amalgamate con formaggio e olio.

Eccovi servita la pasta più ignorante della storia, ma anche una delle più facili, veloci ed economiche della storia del “fuorisede disperato”.


 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...