Costume & Società, Le interviste

Intervista a Trash Italiano: “Cosa accadrà quando arriveremo all’apice del trash?”

di Francesco Pio Ucci

Parlaci di te. Chi è Marco D’Annolfi e cosa fa nella vita?
Marco è un normale ragazzo di 23 anni che, mentre cerca di costruirsi una vita sociale & sentimentale, ha attualmente una sua azienda in ambito sanitario, quindi un lavoro completamente fuori dallo schermo e dal web.

tumblr_o37xl3YSqo1s7ub96o1_400.gif

Come è nato “Trash Italiano” e come è cambiata la tua vita dopo la nascita e lo sviluppo del progetto?
Trash Italiano è nato per caso circa tre anni fa. Ho provato a creare contenuti multimediali (soprattutto GIF) che in Italia non erano molto diffusi, ed ovviamente li ho basati sulla cosa che offriva quotidianamente nuovo materiale, ovvero i programmi televisivi trash. Da lì è nato il nome che, mentre per gli altri può avere un significato negativo, per me sta ad indicare un puro intrattenimento.

tumblr_o7zr15Y7ml1s7ub96o1_400.gif

Grazie a Trash Italiano ho potuto fare molte esperienze ed ho visto realtà che neanche pensavo esistessero. Mi ha permesso di allargare la mente e per questo ne sarò sempre grato.

tumblr_nfujwqh6MC1s7ub96o1_400.gif

Trash Italiano col tempo è cresciuto, arrivando a contare ben 190mila likes su facebook. Dopo il successo, per te rimane solo un hobby o è anche un lavoro?
Trash Italiano è nato come un passatempo, avendo alla base un po’ di passione. È ancora tutto questo: la passione è il motore che mi spinge a fare tutto. Ovviamente i numeri e la viralità hanno portato collaborazioni occasionali con varie aziende, ma non lo considero il mio lavoro principale.

Cosa significa fare business con i nuovi media e in particolare sui social?
La popolarità su un social oggi permette a chiunque di poter fare business. Anche un ragazzo di 14 anni che parla della sua vita su YouTube può diventare virale ed automaticamente iniziare ad avere un riscontro economico. Ci sono tanti social e tante idee creative da poter sviluppare, per questo tutti i giovani puntano al web.

Cosa importante da ricordare però è che il successo sul web spesso è passeggero, poiché la moda su internet cambia di giorno in giorno, inoltre i guadagni son molto difficili da far maturare.

tenor.gif

Curiosità: come nascono le gif, che pubblichi quasi in contemporanea alla messa in onda dei programmi televisivi?
La produzione delle GIF avviene tramite semplici programmi che tutti abbiamo (lettore video, Photoshop e così via), basta prenderci la mano e poi diventa un gesto quasi automatico. Preferisco non utilizzare software già pronti, fanno perdere qualità ai contenuti. Ma l’essenziale, almeno in questo campo, non è saper fare le GIF, ma avere la creatività di sfruttare un determinato momento televisivo e capire quindi quale istante “cristallizzare”.

Il termine influencer non ti piace particolarmente. Come ti definisci?
Sinceramente non mi sono mai soffermato a pensarci su. Forse “creatore di contenuti”? Dovrò rifletterci.

Un nuovo sito, il lancio imminente dell’app, il merchandising e presto una nuova edizione di Maria Express. Cosa ha in mente per il futuro Trash Italiano?

tumblr_o52pi9b0cO1s7ub96o1_400.gif

Tutto quello che hai elencato è stato frutto di mesi di progettazione ed ancora non siamo usciti dal tunnel. Per questo passerò del tempo a raccogliere i frutti da questi nuovi progetti, ma non esiste una vera pausa, poiché ogni giorno ci sarà del nuovo materiale su cui lavorare. Successivamente farò come ho fatto fino ad ora: aspetterò che arrivi una nuova idea.

Come vedi il web in futuro? Secondo te ciò che oggi è considerato “trash” lo sarà anche fra 10 anni?
Come già detto, sul web le mode cambiano facilmente, quindi credo che anche il “trash” potrebbe subire cambiamenti. Magari quello che è trash oggi, non lo sarà domani. La cosa che mi preoccupa è che ho visto, soprattutto nell’ultimo periodo, forzare molto le cose al fine di alzare sempre di più l’asticella. Cosa accadrà quando arriveremo all’apice del trash?

E Marco come si vede in futuro?
Io spero di poter portare avanti al meglio il mio lavoro nella vita reale. Per quanto riguarda invece il web, spero che rimanga più a lungo possibile una parte della mia vita quotidiana, altrimenti ne sentirei molto la mancanza. Fatto sta che già mi ha condizionato, al meglio, la vita.

tumblr_okrthkPj5p1s7ub96o1_400.gif


Twitter
Facebook
Instagram

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...