Musica

Recensione dell’album “Musica Nera EP” by Simple Mood

 

di Sara Corrieri

ARTISTA: Simple Mood
ALBUM: Musica Nera EP
GENERE: Blues, Rock, Pop
TRACCE: 1. Musica Nera
2. Quando
3. Ho ucciso la mia donna
4. La prossima emozione
5. Comodo

18’43”

DISTRIBUZIONE: Sounday Digital
COPYRIGHT: Raffaele Cerella, Luigi Merone
DATA PUBBLICAZIONE: 7 Maggio 2017

“… una continua tensione tra la crudezza e la visceralità tipica del black sound e la ricerca della semplicità, del suono pulito e senza artifizi che riporta un po’ alla chitarra di Jimi Hendrix e al suono cristallino di Eric Clapton…”

Tanto di cappello al coraggio di questo giovane duo partenopeo, i Simple Mood, che hanno intitolato il loro primo extended play Musica Nera. Diciamo la verità, con un titolo così diretto il rischio è creare una serie di aspettative nell’ascoltatore. Se le hanno confermate? Forse non del tutto, ma alla fine si scopre molto di più.

Musica Nera è un lavoro composto da cinque brani firmati da Raffaele Cerella (voce e testi) e Luigi Merone (chitarre e composizioni musicali), una continua tensione tra la crudezza e la visceralità tipica del black sound e la ricerca della semplicità, del suono pulito e senza artifizi che riporta un po’ alla chitarra di Jimi Hendrix e al suono cristallino di Eric Clapton. Difficile definire il genere dei Simple Mood: si nota fin dalle prime note l’esperienza musicale eterogenea del gruppo, poliedricità che incuriosisce ma non disturba. Cavalcando l’onda di successo che l’R’n’B cantato in italiano sta vivendo ultimamente, l’effetto ottenuto è quello di chi ostenta sonorità “alla moda” senza rinunciare all’acustico.

Passiamo ai singoli pezzi. L’album si apre con “La prima emozione”, un inizio lento, una ballata introspettiva ambientata in una dimensione onirica che destabilizza un ascoltatore preparato alla musica nera. Il ritmo si ritrova in “Comodo”, secondo brano dell’EP (lo trovate su YouTube in una interessante versione hip-hop con Ugo Crepa), che esprime al meglio quel connubio tra il concept di semplicità e linearità ricercato dal gruppo e l’animo graffiante, graffiante come la voce di Cerella, della black music. Ottimo pezzo, squisitamente pop. Con il terzo brano aspettatevi un bel pugno nello stomaco: “Ho ucciso la mia donna” è il racconto, la confessione, infine il pentimento di un uomo che uccide per amore. Il tema è forte, il testo crudo, la voce sporca e graffiante. Sarei curiosa di assistere ad una interpretazione live di questo pezzo. Quarto brano, omonimo dell’album, “Musica Nera” è un elogio alla black soul. Iniziamo a ragionare. Ma è con “Quando”, quinto ed ultimo brano dell’EP, che arriviamo finalmente a quell’ R’n’B che ci aspettavamo fin dall’inizio, quel ritmo passionale che appassiona. Con tutta onestà, si può ripartire da qui.

Una bella prova quella dei Simple Mood, roba nuova e scomposta, “strappata” come i posters appesi sul muro urbano che fa da copertina all’album, un punto di partenza. Osate di più ragazzi, il talento c’è, il concept pure. Basta centrare l’obiettivo. Come? Semplicemente, in stile Simple Mood.

Voto: 3/5

Per ascoltare Musica Nera su Spotify: https://goo.gl/O  53Xvu

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...