Attualità & Territorio, Cultura & Intrattenimento

Oscar 2016, vince “Il caso Spotlight”. Statuetta a DiCaprio e a Morricone per “The Hateful Eight”

la Redazione

E si è conclusa anche l’88esima edizione degli Academy Awards. La cerimonia, presentata dal comico Chris Rock, ha avuto luogo al Dolby Theatre di Los Angeles, negli Stati Uniti; la premiazione è andata in onda nella notte tra ieri e oggi.

È “Il caso Spotlight” a ricevere l’Oscar per il Miglior Film, portandosi a casa anche la Miglior Sceneggiatura Originale. La pellicola, basata sull’inchiesta dei giornalisti del Boston Globe sulle coperture fornite ai preti pedofili da parte delle gerarchie ecclesiastiche, ha battuto anche il chiacchierato “Revenant – Redivivo”, che tuttavia è valso a Alejandro Gonzales Iñárritu il suo secondo Oscar alla Miglior Regia e quello alla Miglior Fotografia.

“Room”, “The Danish Girl” e “Il ponte delle spie” incassano un Oscar ciascuno, rispettivamente quello per la Miglior Attrice, Miglior Attrice Non Protagonista e Miglior Attore Non Protagonista a Brie Larson, Alicia Vikander e Mark Rylance. Ma a ricevere l’ovazione del pubblico non poteva essere che Leonardo DiCaprio, nominato per la sesta volta e finalmente vincitore della statuetta per il Miglior Attore.

Vincono anche “La grande scommessa”, che riceve l’Oscar per la Miglior Sceneggiatura Non Originale, e “Inside Out”, della Pixar, come Miglior Film d’Animazione. Porta a casa ben sei statuette il quarto capitolo della saga di Miller, “Mad Max: Fury Road”,  meno quello ai Migliori Effetti Speciali, andato a “Ex Machina”.

Dal versante musicale, è Sam Smith con Writing’s on the wall, direttamente da “Spectre”, a conquistare l’Oscar per la Miglior Canzone. Vince invece l’Oscar alla Miglior Colonna Sonora per “The Hateful Eight” l’italiano Ennio Morricone, il primo dopo quello alla Carriera attribuitogli nel 2007. Ma non è l’unico straniero a festeggiare: incassa il Miglior Film Straniero, infatti, la pellicola ungherese“Il figlio di Saul”.

L’Oscar per il Miglior Documentario va ad “Amy”, mentre conquista il Miglior Cortometraggio “Stutterer”.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...