Attualità & Territorio

San Giorgio 2016, ne vedremo delle belle

di Alessandro Bosco

 

Siete di San Giorgio del Sannio se non vi sarete persi l’ultimo appassionante dibattito politico facebookiano che spiana la strada all’imminente campagna elettorale per le amministrative. E se questo è l’antipasto beh credo di non esser il solo a non stare più nella pelle e ad essere convinto che l’attesa per Star Wars non sia minimamente paragonabile a quella per “San Giorgio 2016”.

Cosa è successo: il nostro paese nell’ultimo periodo è stato interessato da un aumento nel numero di cani randagi. L’ho notato io, lo hanno notato molti e lo hanno notato anche le opposizioni. In particolare l’ha notato un giovane, esperto di politiche giovanili per un movimento politico emergente, che ha tenuto a precisare che l’unica a non essersi accorta del “problema” sia stata proprio l’Amministrazione. Il “poverino” però, che denunciava il fatto con documenti fotografici, è incappato nel mitico Franco (Sei di San Giorgio del Sannio se… sai chi è Franco!) e con lui nella popolarità del Beerbante. Il post, che parlava della pericolosità dei cani in questione, ha destato la reazione della popolarissima proprietaria che giustamente ha difeso il proprio cane. Reazione che a sua volta ha ricevuto vastissima solidarietà e visto intervenire in difesa di Franco (e dell’Amministrazione, ma soprattutto di Franco e dell’Amministrazione) quasi tutta la giovanissima aspirante classe dirigente sangiorgese. Insomma, per farla breve, gliene hanno dette così tante ma così tante che alla fine ha dovuto quasi rinnegare se stesso.

Ora il post è pubblico, i commenti pure e se volete farvi un’idea trovate tutto ancora facilmente.
Nulla da dire sui proprietari che legittimamente difendevano il proprio animale, il punto però è un altro. Post inutile perché disinformato e disinformante ma commenti sulla stessa lunghezza d’onda. Nessuno dei politicanti che dibattevano o chiedevano scusa hanno provato a spiegarmi qual era il problema, se c’era un problema e come poteva essere risolto eventualmente.

Sarò un nostalgico ma già il fatto che il dibattito politico sangiorgese avvenga per lo più su Facebook mi rattrista. Poi è quasi sempre vuoto di contenuti e pieno di demagogia, fatta pure male, e attacchi personali con toni da bar. In più come dicevo è spesso sostenuto dalla giovane e quindi prossima classe dirigente…

Insomma due facce (“nuove”) della stessa medaglia. Da una parte chi si propone come cambiamento ma se “non conosci Franco” non si capisce di che tipo di cambiamento tu possa parlare e, dall’altra, il vuoto…
Non vedo l’ora che arrivi questa campagna elettorale perché non vedo l’ora che finisca.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...