Lavoro, Marketing & Economia

Instant marketing sotto l’albero

di Simona Politano

E anche questo Natale, con annesse festività, ce lo siamo tolti dalle scatole. Perdonatemi, ma non sono molto amante delle festività natalizie. È tutto un rincorrersi di frasi fatte, regali, abbuffate e ipocrisia. Ma questo è un mio pensiero.

Tra le tante cose che il Natale ci “regala”, c’è l’abbondanza di pubblicità in ogni e dove. Sfilano, già da ottobre, gli spot impregnati di spirito natalizio e voilà, la nostra giornata è invasa da pubblicità. Pubblicità dorata, glitterata, stellata, profumata, farcita di buonismo e frasi fatte, ottimismo per il nuovo anno, stelle filanti, canditi e zenzero e così via su questa scia.

Ed io di cosa potevo parlarvi nel pieno di quest’overload promozionale ? Di pubblicità, mi sembra ovvio. Ma non di quella tradizionale, che stanca dopo nemmeno due settimane di programmazione. Vi parlerò della mia preferita, quella invasiva ma non troppo, istantanea, creativa e a volte sorprendente dei social. E bene, secondo voi i brand si sono fatti sfuggire l’occasione di spargere un po’ di instant marketing natalizio qua e là sulle bacheche dei poveri utenti? Certo che no.

Gli esperti del settore mi perdoneranno se non trovo un’altra terminologia appropriata, ma questi “messaggi promozionali” proprio non riesco ad inquadrarli per bene se non nel real time marketing, se non altro perché “santificano le feste” e sono buoni solo per questo periodo storico. Instant marketing natalizio anche se manca l’ingrediente base e cioè l’istantaneità (di sicuro non sono post sfornati al momento, ma programmati un po’ prima).

Se non altro, alcune aziende hanno tenuto alta la bandiera della creatività e dell’ironia. Vediamone alcun esempi ordinati in modo casuale, ma con sorpresa sul finale:

1. Conquista e sorprende Lego e il suo selfie stick. I mattoncini hanno fatto proprio centro. Post divertente, ironico e moderno.

2. Si fa notare come buon esempio di creatività Leerdammer, che si presenta con un albero di natale originale e “gustoso”.

3. Plasmon gioca la carta della “bontà” del Natale e dei suoi biscotti, ricordandoci che questi ultimi lo sono da sempre.

4. Spostiamoci alla notte di San Silvestro e scopriamo uno scoppiettante instant marketing di Chupa Chups.

5. La Ceres come al solito stravince in originalità nel proporre il suo “countdown”, cosa che é stata fatta (senza altrettanta originalità) da tutti i brand (e dico tutti).

6. Simpatica la scia dei post KitKat che ci ricordano che tra un regalo da scartare e un buon proposito da segnalare, è meglio fare un dolce break.

7. A sorpresa stravince la Wind, pur disinteressandosi al Natale e al capodanno ma con un colpo di genio da applauso finale. Forse alcuni di voi hanno avuto dei problemi con WhatsApp proprio la sera del 31 dicembre. Che sfiga! Ma la Wind ci ricorda che il classico sms ci salva da tutti i mali.

Wind epic Win sotto l’albero.

Questi sono i mie post natalizi che mi sono piaciuti di più. Di sicuro ce ne saranno degli altri anche più belli, quindi non siate timidi e segnalate!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...