Cucina

L’invasione dei cuochi e delle padelle in TV

di Peppe Imbriani

antonella-clerici-a-la-prova-del-cuocoOrmai in televisione è diventato tutto un cucinare, mangiare, giudicare e gareggiare. La cucina e il cibo sono gli argomenti più presenti negli schermi di tutto il mondo.

Circa quattordici anni fa andò in onda per la prima volta su Rai1 “La prova del cuoco”, che sostiene ancora oggi il mezzogiorno di Rai1. La versione originale inglese (Ready steady cook) risale al 1994, come la maggior parte dei programmi gastronomici inglesi. Uno dei primi è stato “Food and Drink”, andato in onda dal 1982 al 2002. Sempre dalla Gran Bretagna vengono alcuni degli chef di maggior fama mediatica: Gordon Ramsey ha costruito un impero di milioni di sterline solo partecipando a questi programmi in TV comportandosi da duro e cattivo, diventando un vero e proprio personaggio televisivo.

Benedetta_Parodi_1In Italia siamo arrivati con qualche anno di ritardo rispetto agli altri, ma abbiamo recuperato alla grande. Abbiamo sviluppato i format stranieri, ne abbiamo inventati di nuovi migliori dei precedenti. Ora i programmi di cucina riempono i palinsesti di quasi tutte le reti. È proprio così. Si parte dai programmi forse più simpatici, più innovativi e trasgressivi: su Dmax “Unti e Bisunti” di Chef Rubio, “Man vs Food” e “Orrori da gustare”.  Poi c’è la dolce casalinga indaffarata Benedetta Parodi, che ha pensato bene di cambiare lavoro quando ha capito di non essere una brava giornalista, trasformandosi in una “quasi-chef”. In ogni caso i suoi programmi hanno avuto successo sin dall’inizio con “Cotto e mangiato” dopo “Studio Aperto”, continuando con i “I menù di Benedetta” su La7 e ora su Real Time con “Molto bene”.

Su La7 i programmi culinari abbondano: il vecchio “Chef per un giorno” con Alessandro Borghese come giudice, “Cuochi e fiamme” con il #giovanebello Simone Rugiati e “In cucina con Vissani” con, appunto, Chef Vissani. Su Sky il mondo culinario si amplifica ancora di più: Antonino Cannavacciuolo con il suo “Cucine da Incubo” (altro format straniero con soggetto Ramsey), ha sbancato tutto. masterchef-s05-e02-ftrMilioni di telespettatori incollati alla TV o al web, (perché Sky è anche online), a capire se lo chef riesce a sistemare un ristorante in decadenza.

Poi ci sono i talent. “Masterchef” è in testa su tutti, declinato anche nella versione junior. Da quest’anno Chef Cannavacciuolo si aggiungerà ai tre precedenti giudici e forse l’antipatico “autodoppiatore” Bastianich uscirà dal programma… lo scopriremo tra poco. Continuando la lista, su Sky1 c’è Cracco con “Hell’s Kitchen Italy”, trasformandosi in maniera eccelsa a una figura simile allo “stronzo” Ramsey o al sergente Hartman in “Full Metal Jacket”: “Questo piatto fa cagare””, “Se bruci il branzino sei un coglione!”

“Gambero Rosso Channel” è un altro programma gastronomico, molto serio e consigliato per chi vuole imparare davvero qualcosa nel mondo culinario. E, infine, esiste Alice TV, che agli chef stellati preferisce gente come Marisa Laurito.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...