Attualità & Territorio

Anche Benevento contro HIV e AIDS: l’iniziativa di Croce Rossa, WAND e Arci Benevento

di A. A. V. V.

Una serata di sensibilizzazione e informazione per insegnare ai beneventani a prevenire il virus dell’HIV, l’AIDS e altre malattie trasmesse per via sessuale: è questa l’iniziativa che si è svolta ieri sera a piazza Arechi II – o, com’è meglio nota, piazzetta Vari – a partire dalle ore 20,00 di ieri sera. In piazza erano presenti i volontari del Comitato Provinciale Croce Rossa Italiana assieme agli attivisti del collettivo WAND e ai membri di Arci Benevento, tutti uniti dal comune obiettivo di educare 20151203_204756sulle modalità di contagio e su come prevenire le MTS (Malattie Trasmissibili Sessualmente).

I giovani hanno inizialmente percorso in piccoli gruppi Corso Garibaldi, avvicinando i passanti e invitandoli a partecipare alle attività organizzate per promuovere la consapevolezza sulle MTS. Oltre a compilare il test realizzato dalla Croce Rossa Italiana è stato possibile portare a casa un profilattico gratuito – il suo uso è, infatti, uno dei metodi più efficaci per evitare il contagio – e partecipare ai giochi a tema ideati dagli attivisti del WAND.

20151203_221924La prima attività era interamente dedicata allo smantellamento dei miti più diffusi su HIV e AIDS: ai partecipanti, posti di fronte ad alcune scatole accompagnate da descrizioni di modalità vere o false di trasmettere il virus, era chiesto di fare canestro in quelle che, a parer loro, riportavano i metodi verosimili. Terminato il turno toccava a uno degli organizzatori segnalare eventuali errori, fornendo ulteriori approfondimenti agli ascoltatori.

La seconda era invece destinata alle MTS meno conosciute: gonorrea, sifilide, tricomoniasi, clamidia, papilloma virus, candida ed epatite B e C. Piccoli gruppi si sono avvicendati di fronte al tabellone preparato dagli organizzatori, sul quale erano presenti un elenco dei sintomi di ogni malattia e, in ordine sparso, il nome di ogni patologia, pronto a essere affiancato alla rispettiva descrizione dai partecipanti. Confusi e titubanti, imbarazzati o determinati a completare la prova, donne e uomini hanno scrutato ogni descrizione provando a portarla a termine, mettendo purtroppo in luce la grave disinformazione che circonda le MST.

Una serata, quella di ieri, che ha saputo mescolare gioco e informazione, divertimento ed educazione all’insegna della prevenzione di una malattia che continua a mietere contagi: l’Italia conta il più alto numero di sieropositivi in Europa, cause il calo dell’attenzione verso HIV e AIDS e un’educazione sessuale inesistente a livello scolastico.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...