Attualità & Territorio

Imbucarsi è bene, non imbucarsi è meglio

di Camilla Ranauro e Vincenzo Raffa

maxresdefault

A: “Perché Marino si è dimesso?”

B: “Perché ha mentito ai suoi cittadini.”

A: “Ah, e su cosa?”

B: “Sulle spese di alcune cene private. Le ha pagate con soldi pubblici.”

A: “Pensa! E quante?”

B: “Mah… una cena e una colazione.”

A: “A nostre spese?”

B: “Eh, già.”

A: “Pensa!

B: “…”

A: “…”

B: “Ha mentito ai suoi cittadini.”

A: “Farabutto!”

B: “Ha detto “Questa era una cena di rappresentanza, rimborsatemela…”

A: “… e invece era a cena con gli amici!”

B: “Esatto!

A: “E quelle cene alla fine le paghiamo noi, con le nostre tasse.”

B:  “Esatto! Noi paghiamo tutti i servizi: l’acqua, la luce, la spazzatura, la macchina, la previdenza sociale. E poi ci devi aggiungere anche le spese private dei politici!”

A: “Farabutto!”

B: “I politici sono una massa di bugiardi.”

A: “Esatto! Come quelli che ci dicevano che dovevamo votarli perché avrebbero cambiato le cose, ma poi avevano già fatto accordi con la mafia, per truccare gli appalti a loro favore, per dirottare sulle loro attività piogge di denaro pubblico, per coprire i loro affari loschi.”

B: “Eh, già.”

A: “O come quando dicevano che avrebbero migliorato i servizi, ma negli enti che li gestivano mettevano amici e parenti.

B: “… eh, già. Sono una massa di bugiardi.”

A: “Marino è uguale a loro! Un farabutto. E’ anche lui indagato per cose del genere, no?”

B: “No, Marino… lui no. Lui ha proprio mentito ai suoi cittadini.”

A: “Sulle cene.”

B: “Esatto.”

A: “Farabutto!”

detay-logo-roma-on-tiburzi-pd-per-il-natale-di-roma-necessario-ripristino-del-logo-istituzionaleChi guarda all’Italia in questo momento, magari con l’occhio superficiale di un non-indigeno, vede le sue due principali città, la capitale (quella caput mundi di qualche millennio fa, quella del Papa, quella delle vacanze romane, della bellezza antica ed eterna) e Milano (quella della moda, quella del design, quella della qualità e dello stile) vivere due situazioni diverse ma estreme, che forse trovano un unico comune denominatore nel più rinomato tratto dell’italianità: la mafia.

Da un lato Mafia Capitale, gli scandali, il caos, un sindaco che si dimette, un Giubileo che incalza, un degrado inarrestabile. Dall’altro EXPO 2015, frotte di turisti, numeri assurdi di visitatori che invadono ogni cosa, ingrossano ogni coda, riempiono ogni sala, padiglione, vagone, piazza; coprono con la loro onda umana strati e strati di affari loschi che stanno alle fondamenta dell’esposizione universale e di come è stata pensata, organizzata, finanziata.

Prendiamo fiato.

Perché il sindaco di Roma si è dimesso? Di fatto perché lo hanno pescato a rubacchiare qualche “spiccio”, come diremmo al sud, dalle casse del comune. Ma la denuncia di Marino è stata politica, non giudiziaria. Quindi la domanda “Perché?” assume un altro senso. Il senso lo si può ritrovare nelle potenziali conseguenze delle sue dimissioni: un sindaco del Movimento 5 Stelle? Un’opportunità per il PD di chiamare al Campidoglio un nome che stia più simpatico al premier? Una presenza fastidiosa di meno?

Forse stiamo semplificando, ma di certo le ragioni delle dimissioni di Marino non stanno solo nella sua scarsa popolarità o nelle sue cene/colazioni a spese pubbliche o nei suoi viaggi in momenti inopportuni o nella scarsa simpatia del PD nei suoi confronti o nell’atmosfera di sfiducia creata da Mafia Capitale. A far dimettere Marino è stato un cocktail ben dosato di tutti questi ingredienti.

rome-italie_imgIl circo mediatico che si è scatenato intorno al sindaco di Roma ha dato il colpo di grazia ad una situazione già precaria. Sembra, insomma, che Marino non si sia proprio dimesso ma che l’abbiano “dimesso”. Quello che resta, in un momento così delicato, è una città senza governo, messa in ginocchio da mille problemi.

Il Giubileo è alle porte, ma la capitale deve ancora redimersi da troppi peccati.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...