Attualità & Territorio, Cultura & Intrattenimento

“Non Solo Rock” Festival

di Antonio Bosco

Quando nel proprio paese si assiste ad un evento musicale che non preveda cantanti/interpreti caduti in disgrazia, che non sia il solito giro in cui puntualmente viene riproposto il peggio delle majors, o che non presenti la solita trita e ritrita routine di band di quindicenni che litigano con il service, io sono dell’opinione che sia un evento da non perdere. Non è solo la qualità musicale in sé che dà lo stimolo ad assistere ad un festival del genere, ma è il concetto di fondo che è presente dietro a tutto ciò: uno spirito che punta a fare musica, a dare cultura musicale a chi non è abituato all’ambiente ma anche solo a divertire a chi, nell’ambiente, c’è già da diversi anni.

La musica indipendente, a differenza di quanto molti credono, non è un genere musicale, è un’anti-etichetta, un modo per dire “non ho un genere musicale, e non lo voglio”, e il nome del festival, unito a questo concetto, intriga tanto da dare la certezza che ne valga la pena, sia che si apprezzino le band presenti sia che non le si apprezzino. E da apprezzare di sicuro c’è.

I Manzharda, da Cervinara, aprono l’evento, con un rap dialettale figlio di quello di Clementino, Rocco Hunt e altri (di cui tra l’altro hanno aperto dei concerti).
A seguire WDD & Michael Grena da Pordenone, perfetta fusione tra dub e roots/reggae, unione che riesce bene a mescolare i suoni delle radici con i suoni dub del futuro: la curiosità di vederli live è sicuramente tanta.

Iniziano ad arrivare i pezzi grossi, con i Nadàr Solo, da Torino: sicuramente una delle grandi rivelazioni (live e studio) degli ultimi anni, i Nadàr Solo, con il terzo album all’attivo, sono di sicuro nel pieno della loro grinta e del loro successo; roba che è quasi un sogno, vederla a San Giorgio del Sannio. Infine, direttamente dalla Capitale, i Luminal: diventati ormai un’icona nell’alternative rock italiano, presentano il loro primo album nel lontano 2006, con testi graffianti e musica coinvolgente; parlarne ancora è superfluo, dunque lasciamo che sia la musica, sabato 8 Agosto, a dire la sua.

IMG_1758nonsolorock culture&solidarity festival

È dal 1997 che il festival “Non Solo Rock” va avanti e porta in piccole realtà qualcosa di più grande, la potenza della musica indipendente, libera da vincoli ed etichette, e lo fa grazie all’impegno, ogni anno, di tutti coloro che sono convinti che valga la pena educare, combattere i pregiudizi, mostrare che c’è un altro modo di fare arte oltre a quello proposto dai talent show in TV, e lo fanno con la musica.

Annunci

1 thought on ““Non Solo Rock” Festival”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...