Costume & Società

Il fascino del proibito

di Carla Rapuano

6698_1428775148

Nitimur in vetitum semper cupimusque negata (“Tendiamo sempre a ciò che è vietato e bramiamo ciò che ci viene negato”)

[Publio Ovidio Nasone]

Ricordate quando da bambini la mamma vi impediva di guardare quel film alla tv con il bollino rosso? Ricordate cosa scattava in automatico nella vostra mente in quel momento? Dovevate a tutti i costi vedere quel film. Non sapevate neanche di che film si trattava. Ma caspita, aveva il bollino rosso e la mamma non voleva che voi lo guardaste! E tutto questo accendeva la vostra curiosità. Ma questo fascino per il proibito, non è tipico solo dei bambini, ma sembra essere radicato nella natura dell’uomo.

Questo desiderio raggiunge l’apice durante l’adolescenza, e dato che sto vivendo questo periodo, so bene di cosa parlo. Le regole dettate dai nostri genitori, dalla scuola, sembrano essere fatte apposta per essere violate. Diciamoci la verità, non sarebbe tanto divertente marinare la scuola se non ci fosse proibito, per esempio. Ma perché questa inspiegabile attrazione per ciò che ci viene vietato? Non sono una piscologa, quindi in effetti il reale motivo non so dirvelo. Ma posso affermare che l’adrenalina che ti da l’infrangere le regole, il raggiungere l’irragiungibile, è paragonabile solo al mangiare la lasagna della nonna la domenica a pranzo.

Cercherò di stilare un catalogo delle cose proibite che più comunemente stuzzicano la nostra curiosità, i nostri desideri:

  1. Non desiderare la donna d’altri. È inutile negarlo, sarà capitato a tutti almeno una volta nella vita di volere a tutti i costi una persona impegnata. Magari l’interesse già c’era, i suoi modi di fare già vi avevano incuriosito, ma dopo aver scoperto che il suo cuore apparteneva a qualcun altro, la molla è scattata! “Deve essere mia, punto e basta!” Il discorso può essere reversibile, nel senso che è indirizzato anche a coloro che sono nel bel mezzo di una relazione e si sentono misteriosamente attratti dalla ragazza che li travolge di “Mi piace” su Facebook. Perché non si può, e se non si può, intriga di più.
  1. È una questione di dieta. Okay, immagina la scena: è giugno, tra un mese hai la vacanza con gli amici al mare, e quel rotolino di troppo è un pugno nell’occhio quando indossi il costume. E allora decidi di metterti a dieta. Ce la puoi fare, dopotutto non sei una persona che mangia molto, hai solo trascurato la tua immagine durante l’inverno. Ma appena inizi la dieta, improvvisamente senti di provare sentimenti autentici anche per una semplice fetta di pane. Ma come? Eppure non sei una tipa che mangia pane durante i pasti. Ma il fatto che è lì, davanti a te, a portata di mano e tu non puoi mangiarlo, te lo fa apparire irresistibile.
  1. “No, amore, dai, non qui, potrebbero vederci!”. La lettura di questo punto è vietata ai minori di quattordici anni. Perchè mi dispiace, ma se si parla di proibito non si può trascurare la sfera sessuale. Non negate, miei cari, lo so che nascosto nel profondo, vige in voi il desiderio di fare l’amore in un posto che non sia il letto. Non so, in un ascensore, nel camerino di un negozio, nel bagno di un aereo. La paura di essere scoperti, l’ebbrezza di star infrangendo una regola rende tutto più intrigante, o sbaglio?
  1. “Domani smetto”. La maria, la marijuana, l’erba, la ganja, comunque voi la chiamate, è pur sempre droga e pur sempre illegale. È vero, ha effetti esilaranti, ti sballa, ti fa dimenticare i problemi, ti rilassa, insomma, fumare è figo! Ma è pur vero che cercarla in modo furtivo, fumarla in un luogo appartato, nasconderla per evitare che la polizia (o peggio, i tuoi genitori) la trovino, te la fa godere decisamente di più. Se fosse lì, a portata di mano, fidatevi, non ci sarebbe più poi così tanto sfizio.
  1. Il coprifuoco. Lo sai che all’una devi essere a casa. Lo sai che se non lo fai, tuo padre urlerà fino all’alba. Ma no! No! Devi tornare alle tre e non si discute. E cosa fai in giro fino a così tardi? Niente. In effetti ti annoi. In effetti muori di sonno. Ma il coprifuoco non ti scende; è una regola che ti hanno imposto? E tu senti il desiderio irrefrenabile di infrangerla. Dopotutto, dalle tre all’alba sono solo due ore e mezza: ce la fai a sopportare tuo padre.
  1. La scuola. Vi siete mai chiesti perchè al liceo fare filone è così divertente? La risposta risiede nel fatto che essenzialmente se i tuoi ti acchiappano, non esci per un mese. Che deve essere fatto tutto di nascosto, tutto sottobanco. E questo ti rende euforico.
  1. Romeo&Giulietta style. Le storie d’amore clandestine sono quelle più coinvolgenti. Più la gente rema contro la vostra relazione e piu questa si fa intrigante, più senti il desiderio di portarla avanti. Più gli altri ti mettono i paletti e più cresce in te la voglia di distruggerli! Tuo padre non approva il tuo nuovo fidanzato? Benissimo! Avvisalo che stai già comprando il vestito da sposa. I tuoi amici credono che sia sbagliato? Che non può funzionare? Al diavolo! Voi due e il mondo contro!
  1. I love shopping. Lo vedi quel jeans in vetrina? Lo vedi quel videogioco sullo scaffale? Lo vedi anche il tuo portafoglio vuoto? E lo sai che non te lo puoi permettere. E pensi che in effetti non ne hai bisogno davvero. Eppure lo vuoi a tutti i costi.

Probabilmente l’ostacolo, il proibito, il divieto, ci aiuta a prendere coscienza del nostro essere, dei nostri reali desideri. Direi che i paletti imposti dalla morale, dalla società, da un nostro superiore, dai nostri genitori, ci spingano a dare fondo alle nostre risorse e conquistare quello che ci è negato. Questo lo si può osservare anche da un punto di vista storico: i cambiamenti più radicali sono avvenuti quando le persone, esasperate dalla repressione impostagli dallo stato, hanno preso coscienza e si sono ribellate. È un meccanismo che scatta nella mente anche in circostanze quotidiane. Insomma, fungono da stimolo. Inoltre probabilmente superare l’ostacolo e raggiungere l’irragiungibile riescono ad aumentare l’autostima e portano all’affermazione di se stessi.

Ipotesi a parte, questo fascino irrazionale per il proibito spesso è anche la causa di tanti problemi: ci catapulta in situazioni intricate che però in effetti ci intrigano e evitano la noia. Positivo o negativo che sia, non possiamo sfuggirgli e sta noi decidere di provare a controllarlo o lasciarci trasportare e goderci al massimo l’adrenalina della trasgressione.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...